Giornata in pista magione 2010

Ci siamo svegliati all’alba e,assonnati, ma carichi di adrenalina, siamo partiti. Prima sosta in area di servizio per la colazione e riempimento taniche e . . . . . .via.
Una colonna di furgoni e carelli si è messa in movimento alla volta di Magione : tanti eravamo che per il codice della strada sarebbero serviti i cartelli di “inizio e fine colonna”.
15 piloti e 5 accompagnatori/rici: tutti con la nuova maglietta che ha riscosso un notevole successo.
Arrivati a destinazione e, sbrigate le formalità di rito,siamo entrati in pista.
In pista c’era molto traffico : la giornata era ideale, senza tanto sole e con una leggera brezza. Chi entrava,chi usciva e così, siamo arrivati all’ora di pranzo che abbiamo consumato al self service. Alle 15,00 di nuovo dentro.
Verso le 16,30,la stanchezza cominciava ad affiorare e qualcuno ha iniziato a togliersi la tuta e fare la doccia. I più temerari sono rimasti in pista fino alle 17,00.
Ci sono state un paio di scivolate che,per fortuna,si sono risolte con danni soltanto ai mezzi.
Poi di nuovo in viaggio per il ritorno a casa: stanchi,ma aspettando già la prossima occasione per fare qualche sgassata.
Per il momento abbiamo messo soltanto le foto che ci sono arrivate.Aspettiamo anche le altre.
Moto Club Speed Up.

 

Foto:

Giornata in pista magione 2010

Ci siamo svegliati all’alba e,assonnati, ma carichi di adrenalina, siamo partiti. Prima sosta in area di servizio per la colazione e riempimento taniche e . . . . . .via.
Una colonna di furgoni e carelli si è messa in movimento alla volta di Magione : tanti eravamo che per il codice della strada sarebbero serviti i cartelli di “inizio e fine colonna”.
15 piloti e 5 accompagnatori/rici: tutti con la nuova maglietta che ha riscosso un notevole successo.
Arrivati a destinazione e, sbrigate le formalità di rito,siamo entrati in pista.
In pista c’era molto traffico : la giornata era ideale, senza tanto sole e con una leggera brezza. Chi entrava,chi usciva e così, siamo arrivati all’ora di pranzo che abbiamo consumato al self service. Alle 15,00 di nuovo dentro.
Verso le 16,30,la stanchezza cominciava ad affiorare e qualcuno ha iniziato a togliersi la tuta e fare la doccia. I più temerari sono rimasti in pista fino alle 17,00.
Ci sono state un paio di scivolate che,per fortuna,si sono risolte con danni soltanto ai mezzi.
Poi di nuovo in viaggio per il ritorno a casa: stanchi,ma aspettando già la prossima occasione per fare qualche sgassata.
Per il momento abbiamo messo soltanto le foto che ci sono arrivate.Aspettiamo anche le altre.
Moto Club Speed Up.

 

Foto: